L'ARTE...

...DI SAPER GIOCARE

 

 
HOME
Il Valore del Gioco
Tipologia

Approccio Psicologico Piaget

Approccio Sociologico

Approccio Pedagogico Froebel

WebGrafia

IL VALORE DEL GIOCO

Nel corso dell'intera storia umana l'attività ludica ha sempre rivestito un'enorme importanza.

Il GIOCO è un'attività che può possedere una funzione ricreativa, educativa, biologica e sociale.
Alcuni giochi possono coinvolgere un solo giocatore, che gioca in "solitario", ma, nella maggior parte dei casi, essi prevedono una competizione tra due o più persone.

Giocare è una delle attività che accomuna tutto il genere umano: pur con forme e modalità diversissime la componente ludica è presente in tutte le culture. Il gioco è studiato da tantissime discipline (filosofia, scienze etnoantropologiche, psicologia, sociologia, pedagogia, etc...) che spesso arrivano a conclusioni anche molto distanti, probabilmente a causa della sua intrinseca polisemicità, ma tutte riconoscono al gioco la "gratuità".

Esiste una grande varietà di giochi ed i ludologi (coloro che studiano i giochi) ne riconoscono a grandi linee diverse tipologie base.
I giochi, derivanti dalla cultura popolare o da inventori (non sempre identificabili), benché il loro scopo sia di fornire intrattenimento e divertimento, spesso riescono a raggiungere anche notevoli risultati educativi. Nella prima età con i giochi basati su forme, lettere e colori, nei periodi successivi con l'esercizio della memoria (es. giochi con le carte e di quiz), con l'invito al ragionamento (es. scacchi, giochi di strategia) e l'apprendimento di alcune realtà (es. programmi di simulazione).

Il gioco è la principale attività del bambino nella sua prima infanzia. Esso non ha finalità
utilitaristiche ed è un fenomeno spontaneo.
Il gioco rappresenta per il bambino non solo ciò che nell’uomo è l’attività cosciente, bensì anche
una gamma estesa di manifestazioni della vita infantile quali, la curiosità, la combattività, l’imitazione.
Il gioco, quindi, è un fenomeno essenzialmente umano che si manifesta con attività originate da un
bisogno naturale di operare, di cimentarsi, di affrontare difficoltà, di riuscire a compiere determinate
imprese, di contrapporsi al proprio simile, di superare con la tenacia o con l’astuzia o con qualità motorie
ostacoli o quant’altro possa costituire un obiettivo ambito o piacevole o difficile o fantasioso.